Lifestyle

AL DI LA’ DELLA MAESTRIA

17883513_10211332222608767_8171993995823933907_n

Considero la Maestria un “mestiere guadagnato” nell’insegnamento di un’Arte, nel senso che si apprende dal primo all’ultimo giorno di pratica, fino alla fine di questo viaggio. Come un sogno che si prosegue, per quel Maestro che non smette mai d’essere allievo, senza sosta è il cammino nell’espansione della propria Maestria.

Così come ci sono sogni che illuminano l’intera vita, sogni che le danno un senso, sogni formati dalla stessa sostanza delle azioni che stiamo compiendo.

Il mio sogno si chiama Pukulan Bukti Negara. Non parlo solo di stile, non parlo solo di tecnica, non parlo dei risultati numerici mondiali come Academy, e neppure solo di Maestria. Parlo di un modo di essere, un modo di esistere, un modo di credere, un modo di concepire lo scorrere degli anni, il mutar delle idee, ma anche una certa fermezza al cospetto dell’alternarsi delle umane vicende.

Non so se fui io a cercare il Pukulan, o piuttosto il Pukulan a cercarmi, anzi, a rapirmi in quel cammino che non prevede ritorno. Non lo so, e forse non ha senso attendere risposte.

Oggi sono qui al crepuscolo, solamente all’inizio del mio sogno, quando la maggior parte del viaggio è ancora da percorrere…e il tempo, i luoghi, le azioni da compiere, non sono per me mai abbastanza. Mentre le paure e le illusioni hanno perso ogni consistenza.

Ed è strano come, malgrado il viaggio già compiuto, la meta dove intendo arrivare mi appaia ancora così lontana.

Nessun commento

Lascia un commento